Tag Archives: biblioteca Como

Università e Como

Oggi ho fatto il mio giro di campagna elettorale in quella che fu (anche) la mia Università, per la triennale perlomeno. Ringrazio tutti quelli che hanno preso il materiale e chi mi hanno dato retta, anche quelli non residenti che lo hanno dato ai loro amici. L’ambiente è sicuramente più internazionale di 9 anni fa, anche se i difetti restano gli stessi. In Castelnuovo le solite macchie di umido e perdite di acqua tra il laboratorio di chimica e le aule di disegno industriale. Fuori nel cortile di via Valleggio qualcosa si è mosso: perché quel cortile non c’era ed era un piccolo prato nel 2005, quando dopo la visita del presidente Ciampi venne trasformato subitaneamente in  cantiere, a detta di alcuni perenne. Ora nonostante tutto qualcosa si è mosso, anche sono passati 7 anni e il cantiere è quasi alla fine. Il clima purtroppo è sempre quello un po’ ibrido,  stranamente misto tra provinciale e internazionale, col risultato di accentuare i difetti di entrambi. Ben altro clima si respira in Bovisa o in Statale, ma quello non dipende dall’Ateneo, bensì dalla città. Per questo occorre che Como vada incontro alla struttura cercando di valorizzarsi e di valorizzarla, perché questo non è stato fatto. Il limite è anche la cesura costituita in anni e anni, tra studenti fuori sede e quelli che invece vengono perché c’è l’Uni sotto casa. Purtroppo questo è un effetto del provincialismo che spesso tocca la povera Como. Sicuramente occorre una delicealizzazione (termine orrendo ma opportuno), una forte integrazione con le attività collaterali e soprattutto un intervento serio di politiche giovanili che sappiano utilizzare l’eccellenze culturali prodotte in vari ambiti per l’uso sociale e associativo. Occorre un campus? Probabilmente sì, ma in questi spazi, che devono esser spazi della città, dei giovani per i giovani,  devono essere privi di colore politico e dare la massima libertà di espressione. E in questi spazi dovrebbero esserci quelle sale studio di cui in biblioteca comunale si sente l’esigenza; eppure i due mondi, anche se separati da un solo chilometro, pare non si conoscano e abbiano contatti minimi. Insomma l’Università a Como c’è, però occorre interazione e integrazione tra le varie realtà.

La biblioteca oggi

Sono passato in biblioteca e devo dire che dopo mesi di proteste e segnalazioni, la situazione è nettamente migliorata, in particolare al piano terra. Cosa resta da fare? Estendere il servizio prestiti anche alla mattina e destinare a sala studio il locale al piano terra destinato a magazzino. Prima facciamo questo, poi estendiamo gli orari.

Biblioteca_como

Biblioteca_como